Posted by & filed under ARTICOLI DEL 2014.

Dott Alberto ANTAMATI ( medico chirurgo )

 

Dott. Richard CASTELLANI ( chiropratico )

 

Dott.ssa Lucia CAPELLARO ( anestesista )

 

Introduzione

 

Nel arco della nostra carriera, anamnesi dopo anamnesi, ci siamo accorti che molti

 

pazienti riferiscono di aver iniziati o svegliati problemi osteo- articolari dopo un intervento

 

chirurgico non collegato direttamente a questi problemi.

 

Riflettendo su queste apparente coincidenze, ci siamo accorti, che una posizione

 

corretta era indispensabile durante l’intervento, non solo evidentemente per permettere al

 

chirurgo e alla sua equipe di lavorare nelle migliore condizioni, ma anche per l’integrità

 

delle articolazioni del paziente.

 

analisi

 

Durante l’anestesia, il riflesso miostatico non protegge più le articolazioni dello stress

 

delle mal- posizioni, il muscolo non reagendo più normalmente a una sollecitazione

 

anormale dei legamenti, permette all’articolazione di andare in ” butèe ” e

 

conseguentemente di avvicinarsi alla sub- lussazione, questo evento che può durare ore,

 

danneggia l’ articolazione, creando poi dolori nella fase post- operatoria. sopratutto se

 

questo avviene su un’articolazione debole o già danneggiata,

 

Le articolazioni coinvolte sono maggiormente, le spalle, il gomito, il polso, le vertebre

 

cervicale e lombare

 

Il Dott. ANTAMATI in qualità di Direttore sanitario della SAN LUIGI ha instaurato con

 

la collaborazione del Dott. CASTELLANI e della Dott.ssa CAPELLARO un protocolo di

 

posizionamento del paziente, con l’aiuto di supporti morbidi, che permette di evitare quello

 

che si potrebbe definire “ lesioni iatrogeniche”, lo scopo è di mettere ancora più in avanti il

 

nostro credo,

 

“prima, non nuocere “

 

Nella posizione prone

 

, la testa è girata da un lato, la rotazione delle vertebre cervicali

 

a 90 gradi crea uno stress delle articolazioni intervertebrali, se qualche vertebra è

 

ipomobile ( artrosi o problema funzionale) il movimento si farà maggiormente su quelle

 

ipermobile, danneggiando i legamenti. la lordose lombare è accentuata dalla tensione sui

 

ileo-psoas

 

Nella posizione supine

 

, il collo non è supportato, le vertbre cervicali sono in iperestensione,

 

comprimendo le superficie articolare posteriore, il disco intervertebrale, e

 

distendendo il legamento longitudinale anteriore intervertebrale. Sempre dovuto alla

 

Borgomanero – Via Piave, 2 – Tel. 0322/846754 – Tel. 0322/844984 – Fax 0322/868441

 

e-mail: info@clinicasanluigi.it – www.clinicasanluigi.it – cod. fiscale e p. iva 01836990034

 

Cap. soc. 10.000 i.v. – cciaa di Novara n°199608 Reg. imprese n°01836990034

 

tensione passiva dei muscoli ileo-psoas, la lordose lombare si accentua, diminuendo

 

notevolmente il diametro dei foramini intervertebrali. iIl braccio in iper-estensione forza il

 

gomito e spinge l’olecrano nella sua fossa, i piedi divaricati, stressano ginocchio e coxofemorale.

 

Nella posizione in decubitus

 

, il collo è in flessione laterale, comprimendo da un lato le

 

articolazioni intervertebrali e strirando quelle dall’altro lato. La spalla è in compressione. Le

 

ginocchia toccandosi aprono le articolazioni sacro-iliache( particolarmente sensibile visto

 

la mancanza di muscoli tra ileum e sacro)

 

La SAN LUIGI si vuole all’avanguardia di tutto ciò che può aiutare i suoi pazienti,

 

avvalendosi delle più recente tecniche di diagnostica e di trattamento.

 

Una costante collaborazione, tra i diversi intervenenti, e stata resa possibile grazie

 

all’intelligenza dei chirurgici, che hanno saputi rimettersi in discussione per sempre dare

 

un migliore servizio ai loro pazienti, adoperando una filosofia olistica al loro arte.

 

Redatto dal Dott CASTELLANI “CHIROPRATICO”

 

Laureato “ DOCTOR of CHIROPRATIC “ al Palmer College of Chiropratic,

 

Davenport (Ia), U.S.A. 3/76

 

membro A.I.C e E.C.U.

 

Borgomanero – Via Piave, 2 – Tel. 0322/846754 – Tel. 0322/844984 – Fax 0322/868441

 

e-mail: info@sanluigi.org – www.sanluigi.org – cod. fiscale e p. iva 01836990034

 

Cap. soc. 10.000 i.v. – cciaa di Novara n°199608 Reg. imprese n°01836990034