Posted by & filed under BLEFAROPLASTICA.

Articolo del Dr. Stefanos Vourtsis

Specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica

 

 

BLEFAROPLASTICA

 

Un bello sguardo, fresco e intenso, importante elemento di fascino e seduzione, può essere seriamente compromesso dall’accumulo di cute non elastica alla palpebra superiore, dalla comparsa di borse sotto gli occhi (causate da una sporgenza eccessiva del grasso orbitario) e/o dall’abbassamento del sopracciglio.

Questi inestetismi, che conferiscono al volto un’espressione perennemente stanca e corrucciata, possono essere facilmente corretti con un intervento di blefaroplastica che, secondo le caratteristiche del singolo soggetto, potrà essere completa, oppure riguardare solo la parte superiore o inferiore della zona perioculare.

Eseguito in anestesia locale o generale, l’intervento ha una durata variabile (che non supera un’ora e mezza), in base all’inestetismo che si intende correggere.

 

Palpebra inferiore: il grasso peribulbare in eccesso viene rimosso attraverso una piccola incisione di alcuni millimetri praticata lungo il margine palpebra inferiore; al termine dell’intervento la pelle viene suturata con fili molto sottili e alle estremità dell’incisione viene applicato un cerotto sterile.

 

Palpebra superiore: il procedimento è analogo ma, in questo caso, prima di intervenire il chirurgo valuterà la portata dell’eccesso cutaneo da rimuovere, così da far coincidere la minuscola cicatrice post operatoria con la piega naturale dell’occhio.

 

L’intervento

La blefaroplastica non presenta rischi di particolare evidenza e comporta un ricovero massimo di una notte nella versione completa (più che altro a scopo precauzionale).

Durante le 24 ore successive all’intervento, verrà applicata sugli occhi una medicazione leggera, accompagnata da compresse fredde, che dovranno essere usate anche nei giorni immediatamente successivi, una volta tornati a casa.

La convalescenza dura circa 7-10 giorni: dopo una settimana è possibile riprendere a guidare, dopo due settimane la paziente potrà ricominciare a truccarsi e a praticare attività sportive.

Qualche cautela in più è richiesta per l’esposizione ai raggi solari, per la quale bisognerà aspettare 15 giorni. In seguito e per alcuni mesi sarà utile coprire le cicatrici con uno schermo totale.

 

Come ogni intervento di chirurgia plastica, anche per la blefaroplastica la durata del risultato dipende da variabili individuali; in linea generale la correzione delle borse delle palpebre inferiori non recidiva (in rari casi potrebbe rendersi necessario un ritocco, ma mai prima di alcuni anni dal primo intervento).

 

 

Dr. Stefanos Vourtsis