Posted by & filed under IMPLANTOLOGIA.

IMPLANTLOGIA

Nel nostro studio è possibile effettuare diverse tipologie di impianti:

Impianti ossei della Nobel, impianti singoli, post estrattivi, con corona provvisoria immediata e corona ceramica definitiva  dopo tre mesi di integrazione; Impianti multipli per riabilitazione di quadranti o arcate complete in pazienti edentuli con la possibilità di protesi provvisorie e fisse immediate. Impianti per effettuare delle protesi mobili appoggiate su barre. Mini-impianti a bottone per la stabilizzazione delle protesi inferiori.

 

E’ inoltre possibile, usando il sistema Nobel guide, tramite l’uso specifico di mascherine chirurgiche, effettuare impianti tac guidati senza apertura di lembi, senza punti di sutura e con posizionamenti immediato di provvisori ed arcate fisse. Rialzi del seno mascellare con innesti d’osso in uno o due tempi.

Lo studio utilizza il sistema di pianificazione chirurgica digitale Nobelguide che rappresenta una vera e propria rivoluzione in implantologia orale. Con questa metodica è possibile, per mezzo di una Tac del paziente che viene elaborata dal software Nobelguide e trasformata in un modello 3D, posizionare sul computer in maniera ottimale gli impianti. A questo punto il progetto viene inviato tramite internet ad un centro di produzione industriale robotizzato in Svezia che confeziona una dima chirurgica. Questa dima ci permette di trasferire in maniera estremamente precisa la pianificazione dell’ intervento da noi eseguita sul computer direttamente nella bocca del paziente.
Il primo vantaggio di questa tecnologia è il fatto di ridurre l’invasività chirurgica, per cui, oltre ad una più veloce e fisiologica guarigione dei tessuti, dolore, sanguinamento e gonfiore, tipici della implantologia tradizionale, sono praticamente assenti. Il paziente nella maggior parte dei casi può il giorno seguente tornare a una vita sociale e lavorativa pressochè normale. Altro grande vantaggio di questa tecnologia è lo sfruttamento di aree di osso, per posizionare gli impianti, non individuabili con una chirurgia tradizionale. Questo ci permette di ridurre enormemente i tempi e il numero degli interventi a cui dovremmo sottoporre i nostri pazienti in caso di situazioni con quantità ossea limitata. Per cui tecniche di innesti ossei autogeni (dall’ anca, dalla calvaria, o anche da altre aree intraorali) o complesse procedure di rigenerazione ossea possono essere in questo modo evitate a tutto vantaggio del paziente.

Il sistema Nobelguide puà essere applicato non solo in caso di pazienti completamente edentuli, ma anche a pazienti, in casi selezionati, per i quali è necessaria l’estrazione dei denti residui. Per cui anche in situazioni estremamente critiche con scarsità di osso residuo nella stessa seduta operatoria i denti vengono estratti, gli impianti posizionati, e le creste ossee ricostruite tramite biomateriali. Ed anche in questi casi complessi nel tempo massimo di 24 ore siamo praticamente sempre in grado di riabilitare il paziente con una protesi fissa provvisoria che ne soddisfi le esigenze estetiche e funzionali.
grazie a questa tecnica possiamo garantire la minima invasività chirurgica, tempi di intervento ridotti e massima predicibilità.